Sport e salute: perchè non può esserci uno senza l’altro

Sport e salute: perchè non può esserci uno senza l’altro

Oggi è la Giornata Internazionale dello Sport e domani sarà la Giornata Internazionale della Salute: quanto sono collegate queste due variabili? Può lo sport aiutarci a prevenire malattie?

Già nell’antichità era noto il motto latino ”mens sana in corpore sano” e infatti il nostro benessere psicofisico è il risultato di un perfetto equilibrio tra mente e corpo. Lo sport e l’attività fisica, oltre ad avere un alto valore sociale ed educativo, sono  strumenti che possono davvero fare la differenza per il benessere, la prevenzione e la terapia di molte patologie. Quindi seguire uno stile di vita corretto è il modo migliore per preservare il nostro bene più prezioso, la salute.

I benefici di fare sport sono molteplici, tra cui:

  1. Rafforzamento muscoli ed articolazioni. Con miglioramenti anche nella postura e nella resistenza alla fatica quotidiana. Muscoli addominali e dorsali in forma, poi, allontanano il rischio di patologie della colonna vertebrale: ernie e lombosciatalgie;
  2. Ottimizzazione il metabolismo. Migliora il rapporto tra massa grassa e massa magra del corpo, viene regolato lo stimolo della fame e si riequilibrano i parametri ematochimici;
  3. Aumento della capacità e dell’elasticità dell’apparato respiratorio, anche a riposo, per la maggiore richiesta di ossigenazione a cui sono chiamati gli Alveoli polmonari durante l’esercizio fisico;
  4. Miglioramento la capacità contrattile del cuore e la sua irrorazione coronarica: a riposo, uno sportivo ha un battito cardiaco di frequenza inferiore rispetto ad una persona sedentaria, ed è meno soggetto a sbalzi di pressione; inoltre, il suo sistema circolatorio è più elastico ed ha un migliore ritorno venoso, dovuto alla maggiore efficienza della muscolatura.
  5. Combattimento i disturbi dell’umore. L’attività fisica fa bene anche alla psiche e aiuta a combattere disturbi come ansie e depressione. L’attività fisica, infatti, contribuisce al rilascio di due importanti tipi di neuromediatori: l’acetilcolina e le endorfine. Queste ultime sono le molecole che producono le sensazioni di analgesia e benessere, proprietà che hanno portato a definirle gli ormoni della felicità.

L’esercizio fisico, inoltre, scongiura il rischio di condizioni tipiche della vita sedentaria: l’obesità, il diabete, l’ipertensione, e tutte le patologie legate al sistema cardiocircolatorio, tra cui l’infarto, una delle cause di morte più diffuse nel mondo occidentale.

Numerose evidenze scientifiche dimostrano come uno stile di vita sano e una regolare attività fisica siano validi alleati del nostro benessere. Oltre il 70% delle patologie cronico-degenerative, come infarto, diabete e ictus, potrebbe essere evitato grazie a un corretto regime alimentare e a un costante esercizio fisico così come fare movimento tutti i giorni ha grandi benefici per chi soffre di stress, depressione e stati d’ansia.

Fare sport è dunque un modo per prendersi cura di se, anche un’ora per tre volte a settimana, nella fascia oraria che più è comoda, in tal senso non esistono delle regole, ma è provato che appena si comincia a praticare sport, abbinando una corretta alimentazione, sarà il vostro corpo a chiedervi di muovervi e non potrete farne a meno. Questo perché il nostro cervello associa l’esperienza dello sport in genere ad una conseguenza positiva per il nostro stare bene.

Che si tratti di una passeggiata a passo svelto, o di un’attività di tonificazione fatta in palestra il risultato sarà sempre lo stesso, basta avere chiaro l’obiettivo, che può cambiare nel corso del tempo, e soprattutto è sempre utile farsi seguire da chi è un esperto nel campo, in quanto è fondamentale, in base al tipo di sport e attività che si decide di fare che l’esecuzione dell’esercizio sia corretta.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.