I consigli dell’esperto: gli esercizi per migliorare la circolazione d’estate

I consigli dell’esperto: gli esercizi per migliorare la circolazione d’estate

di Dott.ssa Sabrina Galimberti, Osteopata Specializzata

Sedentarietà, alimentazione non equilibrata, stare molte ore seduti o, al contrario, stare molte ore in piedi, sovrappeso, variazioni ormonali e uso di farmaci. Tutte queste sono cose che possono contribuire a ostacolare la circolazione, soprattutto delle gambe, partendo dall’alterazione della microcircolazione.

Per microcircolazione si intende la circolazione sanguigna e linfatica che favorisce gli scambi di sostanze (sangue, ossigeno, anidride carbonica, sostanze nutritive e tossine) tra la sezione arteriosa e quella venosa. Si tratta quindi dei piccoli vasi sanguigni: arteriole, capillari, venule, metarteriole e capillari linfatici.

Ci sono dei CAMPANELLI D’ALLARME riconducibili a una cattiva circolazione, quali:
Pesantezza delle gambe e gonfiore degli arti inferiori. Questo può essere infatti dovuto a un’eccessiva ritenzione dei liquidi provenienti dai vasi linfatici e sanguigni. La pelle risulta più tesa e le gambe pesanti e doloranti, specie sulle caviglie.
Vene varicose, ovvero un malfunzionamento delle valvole pompanti il sangue che generano un ristagno a livello dei vasi. Ciò crea degli ispessimenti visibili anche ad occhio nudo che determinano, appunto, la comparsa delle vene varicose.

Come fare allora per avere un flusso sanguigno fluido, che non incontri ostacoli nel suo viaggio verso il cuore? Il movimento e l’attività fisica sono fondamentali per riattivare la circolazione e prevenire delle patologie come l’insufficienza venosa cronica, ovvero l’incapacità del sangue delle vene a ritornare al cuore dopo essere arrivato fino agli arti inferiori, dove tende a ristagnare.

È fondamentale lavorare sugli arti inferiori, partendo dal piede per arrivare ai glutei, cercando di sfruttare ogni momento della giornata per muoversi, camminare, praticare semplici esercizi di mobilità. Alcune buone abitudini come salire le scale al posto di prendere l’ascensore, parcheggiare l’auto più distante dal luogo della destinazione e camminare velocemente per raggiungerlo, possono aiutare. Ci sono poi dei semplici esercizi che contrastano la cattiva circolazione e migliorano dello stato di salute e del benessere.

ECCO 7 ESEMPI DI PICCOLI ACCORGIMENTI che puoi svolgere durante la giornata e che agevoleranno il microcircolo:

  1. Sdraiatevi a terra, braccia lungo i fianchi, sollevate le gambe e appoggiatele al muro lievemente piegate e incrociate. Sollevate i glutei da terra spingendo con le braccia sul pavimento e staccando i piedi dal muro.
  2. Evitate di accavallare le gambe quando siete seduti.
  3. Se siete costretti a stare molte ore seduti (ad esempio per il lavoro di ufficio), è consigliabile sollevare a più riprese i talloni da terra facendo perno sulla punta dei piedi.
  4. Evitate di stare molto tempo in piedi fermi. Se non potete evitare, almeno ogni 10 minuti sollevatevi ritmicamente sulle punte dei piedi. In questo modo i muscoli dei polpacci contraendosi e rilasciandosi aiuteranno il sangue a risalire verso il cuore.
  5. Prediligi allenamenti PHA, ovvero allenamenti che stimolino gli arti inferiori, il core addominale e gli arti superiori, in modo tale da richiamare sangue in tutti i distretti corporei e aumentare così, in maniera abbondante, il flusso circolatorio.
  6. Pratica i tuoi minuti di stretching (Programma MTM), con esercizi che aumentino l’elasticità muscolare e la mobilità articolare. Possedere articolazioni e muscoli liberi di muoversi senza restrizioni, rigidità e contratture, ti farà notare la differenza.
  7. Un ulteriore aiuto, da non sostituire con l’attività fisica e il movimento in quanto essenziali, può essere fornito da massaggi drenanti, aventi lo scopo di alleggerire il senso di pesantezza e gonfiore creatosi.

Il movimento, per quanto fondamentale, non è mai sufficiente da solo. Una dieta equilibrata e ricca di nutrienti contribuisce a contrastare questi problemi. Per migliorare la circolazione e riacquisire le energie è importante assumere alimenti ricchi di vitamina C, E e altri antiossidanti. Questo consente di mantenere una buona forma fisica e di non affaticare il cuore.

Altro tassello fondamentale è l’idratazione. L’importanza di bere molta acqua (almeno 2 litri al giorno) e consumare cibi ricchi di fibre permettono il corretto funzionamento microcircolatorio. Anche i frutti rossi possono essere un valido aiuto in quanto ricchi di polifenoli antiossidanti utili per contrastare la degenerazione cellulare.

MOVIMENTO E ALIMENTAZIONE vanno sempre di pari passo per garantire un ottimo stato di salute e, in questo caso, per migliorare la circolazione e il benessere in generale. Seguendo i consigli si può dare un enorme aiuto al nostro corpo nel svolgere al meglio tutte le sue funzioni.

L’attività fisica è importante perchè mantiene attivo tutto il corpo, dal cervello, ai muscoli, alle articolazioni, fino ad arrivare anche alla circolazione. Non si devono sottovalutare le necessità del proprio corpo o i segnali che manda, dal più piccolo dei sintomi.

Sapersi ascoltare e capire i propri bisogni è la chiave per il benessere sia fisico che mentale.

PRENDI IN MANO LA TUA SALUTE!

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    ×

    Benvenuto nella nostra chat di WhatsApp

    ×